Formazionecoreutica

VALERIO LONGO
Coreografo e performer internazionale

Nato a Roma, si diploma presso il Liceo Coreutico di Torino. Partecipa alle produzioni della Compagnia del Teatro Nuovo di Torino, della compagnia Danza Prospettiva di Vittorio Biagi e del Balletto di Toscana di Cristina Bozzolini. Nel 2001 entra a far parte della compagnia Aterballetto come interprete e coreografo fino a luglio 2018. Dal 2013 si dedica alla formazione delle nuove generazioni della danza, anche per la Fondazione Nazionale della Danza. Parallelamente all’attività di danzatore dal 2004 avvia la propria ricerca coreografica, creando per numerose compagnie tra cui Aterballetto, Scapino Ballet Rotterdam, Teatro Massimo di Palermo, Artemis Danza, Kaos Balletto di Firenze, Teatro Gioco Vita. Nel febbraio 2018 riceve a Firenze il “Premio alla Carriera Danzainfiera”. Nel corso della sua attività ha collaborato con musicisti e compositori, registi, cantanti, artisti visivi, scenografi e fotografi, stilisti.

A luglio 2019 è coreografo ospite, come rappresentante dell’Italia, presso il Festival Colours di Stoccarda diretto da Eric Gauthier. Durante la serata Meet the talent debutta con MAAT, passo a due femmile con due danzatrici della Gauthier Dance Company. Sempre nel mese di luglio è ospite all’interno della stagione estiva del Teatro Massimo di Palermo con due lavori commissionati dallo stesso Teatro per l’intero corpo di ballo: Plasma e Quadro Ravel.
A settembre 2019 realizza le coreografie per L’Albero dei sogni del Balletto di Roma su musiche di Riccardo Joshua Moretti. Il 2020 si apre con il nuovo progetto Il Piccolo Re dei Fiori, fiaba per musica, ombre e danza, coproduzione Balletto di Roma e Teatro Gioco Vita.

Da ottobre 2020 ricopre la carica di Vicedirettore della Compagnia Balletto di Roma e quella di coordinatore del nuovo corso di avviamento professionale CAP nato all’interno della stessa realtà romana.

IL DUCATO IN DANZA

Rassegna di danza per scuole del territorio patrocinata dal Comune di Camerino
Teatro Filippo Marchetti Camerino Domenica 13 Dicembre 2015
Una preziosa occasione dedicata alle scuole di danza, con il fine di far esibire i propri allievi in uno dei teatri più antichi e preziosi del centro Italia. Un ottimo momento di condivisione e confronto senza traccia di competizione, una vetrina di talenti che si misurano nelle coreografie più rappresentative della propria scuola. L’appuntamento prevede la presenza di un ospite illustre a livello nazionale ed internazionale, Valerio Longo, danzatore della compagnia Aterballetto, Fondazione Nazionale della Danza, e coreografo. A fine serata egli individuerà la migliore coreografia presentata e consegnerà il riconoscimento “Il Ducato in Danza 2015 – Città di Camerino”. Durante la mattinata si svolgeranno le prove palco, nel pomeriggio si terrà uno stage aperto a tutti i partecipanti con l’ospite della serata Valerio Longo. Durante lo stage Valerio Longo selezionerà alcuni fra gli allievi più talentuosi e realizzerà per loro una breve coreografia che andrà in scena durante la serata. Nel pomeriggio, inoltre, avranno luogo le audizioni per partecipare al prestigioso Summer Intensive della National Ballet Academy of Denver, per cui Performazioni Cinetiche si occupa delle audizioni in Italia.

VIGNOLA IN DANZA

Rassegna per scuole di danza Città di Vignola patrocinata dal Comune di Vignola
Prima edizione Domenica 26 Marzo 2017
Seconda edizione Domenica 11 Novembre 2018
La manifestazione non ha carattere competitivo e ha come finalità quella di offrire un’ulteriore opportunità di esperienza scenica per gli/le allievi/e delle Scuole, Accademie e Associazioni di danza e ballo. Possono partecipare alla rassegna scuole di danza o associazioni che promuovono lo sviluppo e la diffusione della danza, e tutte le realtà coreutiche del territorio. La rassegna accetta al suo interno i seguenti stili: classico, neoclassico, modern, modern-jazz, contemporaneo, teatro danza, hip hop, contaminazioni.
L’incasso della prima edizione è stato devoluto alla città terremotata di Camerino (MC) e in particolare all’associazione IONONCROLLO. L’incasso della seconda edizione è stato devoluto alla città terremotata di Camerino (Mc) per la costruzione della nuova sede operativa del Gruppo Cinofilo Camerte, il quale garantirà la realizzazione di un campo di sgambamento cani alla cittadinanza.


SINAPSI

In neurofisiologia, la sinapsi indica il punto di contatto tra due cellule nervose che consente la propagazione degli impulsi. Conseguentemente questa struttura mette in comunicazione il tessuto nervoso con le altre cellule, tra cui quelle muscolari. Impulsi neuronali che si trasformano in movimento, attraverso una connessione altamente specializzata.
Risulta quindi ancora più evidente perchè nell’arte coreutica il movimento non debba essere considerato come una forma estetica fine a se stessa ma vada inserito in un respiro più ampio di connessioni tra l’essere individuale e l’ambiente che lo circonda. E’ necessario focalizzare l’attenzione sul nesso tra impulsi nervosi e traduzioni corporee, tra cervello e gesto.
/SINAPSI/ ha come obiettivo proprio quello di riorganizzare l’assetto corporeo del partecipante nella direzione della verità del gesto performativo, agendo in un primo momento a livello individuale e poi sul piano della sperimentazione e interazione con gli altri corpi. Attraverso questo programma i partecipanti verranno inseriti in un contesto immersivo e pieno di stimoli, in cui crescere e fare esperienza sotto la guida dei due direttori artistici. Entrambi i coreografi lavoreranno con i partecipanti in questa direzione, attraverso le rispettive poetiche.
Il programma laboratoriale è a numero chiuso e prevede un massimo di 14 partecipanti. Gli incontri sono rivolti a ragazzi e ragazze dai 14 anni con esperienza di danza contemporanea.

CHOREOGRAPHIC TOOLS.1 – piattaforma coreografica #ladanzacheunisce
Direzione artistica Valerio Longo

LUNEDì 11 e MARTEDI’ 12 MAGGIO 2020 Esibizioni in diretta attraverso lo strumento Zoom Meeting. L’unicità dell’iniziativa è proprio quella di offrire ai partecipanti la possibilità di esibirsi in diretta davanti ad importanti personalità del mondo coreutico.
La finalità della manifestazione è quella di offrire una preziosa vetrina a tutti i coreografi ed artisti che vorranno mettersi in gioco e sperimentare con i propri allievi/danzatori un lavoro, chiaramente a distanza, di ricerca coreografica con oggetti. La coreografia dovrà essere sviluppata in un ambiente chiuso: la sperimentazione consisterà proprio nel coreografare il dialogo tra spazio non convenzionale e corpo, con il sostegno di un oggetto che per l’occasione acquisirà una valenza scenica e artistica. La durata della singola coreografia potrà variare tra 1’30’’ e 2’.
Le quote di iscrizione saranno direttamente destinate all’Associazione “A Cuore Aperto” di Camerino (MC) per sostenere iniziative rivolte al territorio e in particolare all’ospedale della città, interamente riconvertito e dedicato all’emergenza Covid19. La scelta di devolvere a questa realtà le quote di partecipazione di CHOREOGRAPHIC TOOLS.1 è dettata da un rapporto che lega Performazioni Cinetiche al territorio marchigiano ormai da parecchi anni, soprattutto in seguito all’emergenza del terremoto del 2016. L’intenzione è dunque quella di continuare a sostenere con forza un territorio che in questi anni è stato duramente messo alla prova, augurandoci che questo piccolo gesto possa essere d’aiuto.

CHOREOGRAPHIC TOOLS.2 – piattaforma coreografica #ladanzacheunisce
Direzione artistica Valerio Longo

L’iniziativa “CHOREOGRAPHIC TOOLS.2 , NUOVI PAESAGGI COREUTICI E CIRCENSI- Vetrina performativa” si svolgerà nei giorni SABATO 13 e DOMENICA 14 MARZO 2021 con esibizioni in diretta attraverso lo strumento Zoom Meeting. La seconda edizione di Choreographic Tools intende mettere in primo piano il corpo in movimento. Un corpo che tende verso fluidità, istintività e multidisciplinarità, creando forme inedite. La mission è quella di unire mondi artistici, tenuti ancora oggi troppo distanti, nella direzione di una nuova forma scenica, esortando alla riflessione multiforme su possibili nuovi paesaggi performativi. La finalità della manifestazione è quella di offrire una preziosa vetrina agli artisti (coreografi, danzatori, insegnanti, circensi) che vorranno mettersi in gioco e sperimentare attraverso un lavoro di ricerca e manipolazione con oggetti. La sperimentazione consisterà proprio nel tradurre in movimento artistico il dialogo tra spazio non convenzionale e corpo, nell’investigare nuovi paesaggi con il sostegno di un oggetto che per l’occasione acquisirà una valenza scenica e artistica.

DON(N)A. Danze e riflessioni al femminile

Direzione artistica Valerio Longo
MERCOLEDI’ 1 MAGGIO 2019
Intervengono: Lula Abicca, collaboratrice DanzaEffebi – Giulia Taddeo, Università degli Studi di Bologna – Chiara Cretella, saggista associazione Dry Art – Giuliana Reggio, mamma Jessica Filanti – Valerio Longo, coreografo e performer internazionale.
Spettacolo di danza dei percorsi Radici, sharing coreografico e Radici_rise.